Strumenti personali
» Notizie » Qualità dell'aria: Centro Storico senza Euro 0, Euro 1 e Euro 2
Azioni sul documento

Qualità dell'aria: Centro Storico senza Euro 0, Euro 1 e Euro 2

Nuova Ordinanza in vigore fino al 30 aprile: novità in tema di circolazione, abbruciamenti e concimazioni

Sarà in vigore fino al prossimo 30 aprile 2022 la nuova ordinanza per la riduzione degli inquinanti in atmosfera che anche il Comune di Valdagno ha dovuto adeguare agli obblighi dettati dalle nuove norme regionali, dando seguito inoltro all'impegno preso con la sottoscrizione del Patto Provinciale per la Qualità dell'Aria, promosso dalla Provincia di Vicenza.
Come consuetudine, le maggiori concentrazioni di sostanze inquinanti in atmosfera e il conseguente sforamento dei limiti si verificano in particolar modo nel periodo autunnale e invernale.

Il limite di riferimento per le polveri sottili PM10 è fissato in 50 microgrammi/mc e da questo è stato definito un sistema di allerta in tre diversi livelli:

Semaforo VerdeSemaforo verde, nessuna allerta e nessun superamento del limite giornaliero di 50 microgrammi/mc

Semaforo arancioneSemaforo arancione, allerta 1, si attiva dopo 4 giorni consecutivi di superamento del limite giornaliero di 50 microgrammi/mc

Semaforo rossoSemaforo rosso, allerta 2, si attiva dopo 10 giorni consecutivi di superamento del limite giornaliero di 50 microgrammi/mc.

Rispetto alle precedenti ordinanze, quella appena emanata dal Comune di Valdagno introduce alcuni particolari novità:

1. In Centro Storico, in qualunque condizione di concentrazione di PM10, scatta il divieto di circolazione per i mezzi "Euro 0-1" a benzina, "Euro 0-1-2" diesel, oltre ai motoveicoli non catalizzati e classificati "Euro 0", ad esclusione di quelli eventualmente adibiti al trasporto pubblico. Il divieto è valido da lunedì a venerdì, dalle 8.30 alle 18.30.
Per arrecare il minor disagio a chi ha l'effettiva necessità di spostarsi è previsto un corposo elenco di deroghe che è possibile consultare dal sito web istituzionale.

2. Divieto di utilizzo di generatori di calore domestici a biomassa, in presenza di impianto di riscaldamento alternativo, al di sotto della classe 3 stelle. Con semaforo arancio o rosso i generatori ammessi, purché non in presenza di sistema alternativo, dovranno essere almeno di classe 4 stelle.

3. Con semaforo arancio e rosso scatta anche il divieto di spargimento di liquami e concimi a base di urea con obbligo di copertura delle vasche di stoccaggio.

4. Divieto di abbruciamenti in tutto il territorio comunale, ad esclusione di eventuali fuochi rituali (es. rogo dell'Epifania) solo in presenza di semaforo verde. Con semaforo arancio o rosso non saranno consentiti inoltre i fuochi adibiti alla preparazione di cibi (es. barbecue domestici), ad eccezione delle sole attività economiche.

5. Sul fronte delle temperature consentite saranno di massimo 19° C (con un margine di tolleranza di +2°C) per residenze, uffici, attività ricreative, commerciali e sportive, 18°C invece per le attività industriali e artigianali. In caso di semaforo arancio e rosso i limiti saranno rispettivamente di massimo 18°C e massimo 17°C

L'Ordinanza contiene poi una corposa lista delle eccezioni riguardanti le limitazioni alla circolazione, oltre ad una serie di indicazioni per la popolazione.

- Divieto di mantenere il motore accesso in caso di sosta superiore a 30 secondi al semaforo di Viale Trento/Viale dei Lanifici,

- Divieto di mantenere il motore acceso nelle fasi di stazionamento e capolinea per i mezzi del trasporto pubblico,

- Divieto di mantenere il motore acceso in sosta e nelle fasi di carico/scarico per i veicoli merci,

- Invito a preferire i mezzi pubblici all'automobile, in particolar modo in ambito urbano,

- Limitare l'attività fisica all'aperto nelle ore più fredde quando si registra una maggior concentrazione di PM10,

- Limitare l'apertura delle finestre in particolar modo al mattino e alla sera,

- Limitare uscite all'aperto in momenti di forte concentrazione di polveri sottili per donne in gravidanza, anziani e persone con problemi respiratori,

- Evitare l'uso di tabacco, sia per il fumo attivo che quello passivo.

"Per la prima volta - spiega l'Assessore all'Ambiente, Michele Cocco - introduciamo delle limitazioni ad alcune categorie di veicoli, adeguandoci alle normative imposte dalla Regione. Siamo consapevoli che si tratta di una modifica importante per la vita della città e per questo abbiamo voluto applicarla in modo ragionevole, limitando i disagi alla zona più centrale, solo in alcuni orari e comunque identificando delle deroghe importanti per quanti abbiamo reali necessità di spostamento. D'altronde il tema della qualità dell'aria che respiriamo è sempre più importante e lo sarà sempre più anche in futuro."

Nel corso delle prossime settimane sarà completata l'installazione della segnaletica nei punti di accesso all'area nella quale ci saranno le principali limitazioni alla circolazione dei mezzi più inquinanti. I cittadini potranno verificare in tempo reale nella home page del sito web del comune la qualità dell'aria. Qui troverà un semplice box con il semaforo che indicherà il livello di allerta giornaliero. In caso di sforamenti dei limiti di PM10 con conseguente passaggio ai livelli di allerta arancio o rosso verrà data inoltre comunicazione anche attraverso i profili social, i monitor informativi sul territorio e il servizio di messaggistica istantanea Telegram.

Allegati:

Contenuti correlati