Strumenti personali
» Notizie » Il Comune adotta le misure per la qualità dell'aria
Azioni sul documento

Il Comune adotta le misure per la qualità dell'aria

L'Ordinanza n. 342 del 26/10/2022, in vigore fino al 30 aprile 2023, contiene misure in tema di circolazione, abbruciamenti e concimazioni.

Nuova ordinanza firmata dal sindaco Giancarlo Acerbi per la promozione di una migliore qualità dell'aria, attraverso la prevenzione e la riduzione dei livelli di concentrazione degli inquinanti in atmosfera. Le misure rispondono agli obblighi dettati dalle norme regionali in base a quanto previsto dall'Accordo di Programma per l'adozione coordinata e congiunta di misure per il miglioramento della qualità dell'aria nel Bacino Padano. L'ordinanza prevede, tra le altre cose, limitazioni in parte dell'area urbana ai mezzi Euro 0-1-2 durante la settimana, il divieto di abbruciamenti e lo spegnimento del motore in caso di sosta. Previste al contempo deroghe per limitare i disagi a chi ha reale necessità di spostarsi in auto.

L'ordinanza conferma le azioni già introdotte lo scorso anno, e in particolare:

  • Divieto di circolazione per i mezzi "Euro 0-1" a benzina, "Euro 0-1-2" diesel, oltre che per i motoveicoli non catalizzati e classificati "Euro 0", ad esclusione di quelli eventualmente adibiti al trasporto pubblico, da lunedì a venerdì, dalle 8.30 alle 18.30, nell'area delimitata da via San Cristoforo,  viale Regina Margherita, via Dalmazia, via Bolivia, piazza XXV aprile, via Rio, via Mazzini, via Galliano e viale Trento (escluse le vie citate, via Bocchese e via IV novembre fino all'intersezione con via Festari per consentire l'accesso alle aree di parcheggio).
  • Nel territorio comunale è inoltre vietato tenere acceso il motore dei mezzi del trasporto pubblico nelle fasi di stazionamento e capolinea e dei veicoli in caso di sosta e nelle fasi di carico/scarico, in particolare nelle zone abitate.
  • Divieto di utilizzo di generatori di calore domestici a biomassa, in presenza di impianto di riscaldamento alternativo, al di sotto della classe 3 stelle. Con semaforo arancio o rosso i generatori ammessi, purché non in presenza di sistema alternativo, dovranno essere almeno di classe 4 stelle.
  • Con semaforo arancio e rosso scatta anche il divieto di spargimento di liquami e concimi a base di urea con obbligo di copertura delle vasche di stoccaggio (fino al 15 aprile).
  • Divieto di procedere alla combustione all'aperto di residui vegetali con caminetti, barbecue e altri sistemi per la cottura di cibi se alimentati a biomassa e all'accensione di fuochi d'artificio, in tutto il territorio comunale. Sono esclusi dal divieto fuochi rituali (es. rogo dell'Epifania) e fuochi d'artificio solo in presenza di semaforo verde.
  • Sul fronte del riscaldamento è previsto il limite massimo della temperatura di 19° C (con un margine di tolleranza di +2°C) per residenze, uffici, attività ricreative, commerciali e sportive, e il limite massimo di 17°C (sempre con un margine di tolleranza di +2°C) invece per le attività industriali e artigianali. Il periodo di accensione consentito è di 14 ore al giorno, salvo misure diverse introdotte dal "piano nazionale di contenimento dei consumi di gas naturale".

Ulteriori indicazioni

L'ordinanza elenca anche una serie di indicazioni per la popolazione.

  • Invito a preferire i mezzi pubblici e alternativi all'automobile, in particolar modo in ambito urbano.
  • Limitare l'attività fisica all'aperto nelle ore più fredde quando si registra una maggior concentrazione di PM10.
  • Limitare l'apertura delle finestre in particolar modo al mattino e alla sera.
  • Limitare uscite all'aperto in momenti di forte concentrazione di polveri sottili per donne in gravidanza, anziani e persone con problemi respiratori
  • Evitare l'uso di tabacco, sia per il fumo attivo che quello passivo.

Gli stati di allerta e l'informazione:

I cittadini potranno verificare la qualità dell'aria in tempo reale nella home page del sito web del Comune. Qui troveranno un semplice box con il semaforo che indicherà il livello di allerta giornaliero (verde, arancio rosso). In caso di sforamenti dei limiti di PM10 con conseguente passaggio ai livelli di allerta arancio o rosso verrà data inoltre comunicazione anche attraverso i profili social, i monitor informativi sul territorio e il servizio di messaggistica istantanea Telegram.