Strumenti personali
Azioni sul documento

Francesca Incudine: Tarakè

— scaduto
Tu sei qui: Home

Femminile Singolare 2019 - 19 luglio ore 21.00 cortile di Palazzo Festari

Quando 19/07/2019
dalle 21:00 alle 23:00
Dove Palazzo Festari - cortile
Riferimento
Telefono 0445 428223
Aggiungi iCal
La rassegna Femminile Singolare 2019 prosegue: il 19 luglio 2019 alle ore 21.00 presso il cortile di Palazzo Festari sarà con noi FRANCESCA INCUDINE con il concerto "Tarakè"

 

Targa Tenco per il miglior disco in dialetto, Premio Bianca d'Aponte e premio della critica Fausto Mesolella: tra le giovani realtà più interessanti della world music italiana.
Francesca Incudine, cantautrice siciliana è un'artista sensibile e inquieta, come il titolo del suo secondo disco, “Tarakè”, una parola che deriva dal greco e significa scompiglio, turbamento. È quel fiore conosciuto anche come soffione, che pare esaudisca i desideri quando, grazie ad un alito, i suoi semi si disperdono nel vento. Propone un live di grande impatto; si muove tra canzone d'autore e world music per raccontare di viaggi, di speranza, di coraggio e di cambiamento “di semi sparsi al vento”.

Brani ben piantati per terra, che raccontano storie coraggiose, amori fecondi, finestre sul reale e sul possibile, desideri e volontà.
Quadri sonori dipinti dagli arrangiamenti di Carmelo Colajanni e Manfredi Tumminello, che la accompagnano anche in questo viaggio live, che uniscono sapientemente il suono alla parola, il pop alla world music, il siciliano all’italiano, per restituire al pubblico una trama ispirata.
 
E, seguendo la traiettoria dei batuffoli di tarassaco, Francesca Incudine è partita alla ricerca di storie e di emozioni da raccontare, per lo più in siciliano, nelle tracce del disco: le operaie della Triangle Waist Company di New York morte in fabbrica avvolte dalla fiamme; i dubbi di Colombo e Gutierrez che, in una immaginaria conversazione, si interrogano sulle ragioni del viaggio; il dramma dell’immigrazione e il coraggio dell’umanità; la voglia di cambiamento; la forza dell’amore quando è appartenenza e non possesso; la capacità di trasformare le “cadute” in danza; il tempo che passa vissuto con la leggerezza dell’infanzia. È un disco che racconta l’impegno di vivere 'Tarakè', ma lo racconta con la delicatezza e la levità dei semi nel vento.
 
Sul palco:
Francesca Incudine
, percussioni e voce;
Carmelo Colajanni
, fiati;
Manfredi Tumminello, chitarra;
Salvo Compagno, percussioni.
Contenuti correlati