Strumenti personali
Azioni sul documento

Cremazione

— archiviato sotto:

Il regolamento di Polizia Mortuaria prevede che la cremazione sia soggetta all'autorizzazione da parte del Sindaco che la concede dopo aver accertato la volontà, espressa in vita, dal defunto ad essere cremato.

Requisiti del richiedente    
La richiesta può essere fatta da:

  • il coniuge superstite;
  • tutti i parenti più prossimi di pari grado, se non vi è il coniuge;
  • per i minori è necessaria l'autorizzazione di entrambi i genitori.

Modalità di richiesta    
Per procedere alla cremazione è necessario che un familiare presenti apposita domanda.

Colui che presenta l'istanza deve dimostrare la volontà del defunto, finchè era in vita, di essere cremato, mediante:

  • volontà testamentaria espressa dal defunto (testamento in forma olografa o reso e depositato presso un notaio);
  • iscrizione ad Associazioni riconosciute che abbiano come fine quelli della cremazione dei propri associati;
  • dichiarazione di volontà del coniuge e, in mancanza di questo, da parte di tutti i parenti più prossimi e di pari grado.


La richiesta va presentata al momento del decesso del parente o in caso di esumazione straordinaria.
Nella generalità dei casi, di tutti gli adempimenti, compresi quelli di carattere amministrativo, si occupano le imprese di Pompe Funebri incaricate dai familiari.

Allegati da presentare   

  • domanda in bollo;
  • documentazione attestante la volontà del defunto, finchè era in vita, di essere cremato;
  • nulla osta dell'autorità giudiziaria (in caso di morte improvvisa o sospetta).

Spese del richiedente    
Sono a carico del richiedente due marche da bollo da 16,00 € (una per la domanda ed una per l'autorizzazione), più 0,52 € per i diritti di segreteria.


Responsabile: dott. Maria Alessandra Lo Tauro

Incaricato: Michela Benetti - Luciana Bicego

Telefono: 0445 428162 - 428163

Fax: 0445 413123

Email: servizi_demografici@comune.valdagno.vi.it

Dipende da